Monthly Archives: marzo 2014

Unioni civili, a Catania c’è il registro

Immagine da Il Resto del CarlinoAnche Catania ha il suo Registro per le Unione civili. Era ora.Il consiglio comunale ha votato la delibera del regolamento dopo sei ore di dibattito con 23 voti favorevoli (uno dei quali arrivato da un consigliere dell’opposizione, Agatino Tringale) 1 contrario e 10 astenuti su 34 consiglieri presenti. Un “si” arrivato dunque sul filo del rasoio, visto che per approvare l’atto era necessaria una maggioranza assoluta di almeno 23 voti. Molti gli assenti alla seduta.
Il mio articolo su Repubblica.it

PinterestShare

Addio Sgalambro, filosofo gentiluomo

“Si annuncia con un colpo di tosse!”. E io salivo le scale di casa sua, in piazza Umberto a Catania, a piedi. Sfatta dalla solita bronchite di fine stagione. Poi, davanti alla porta, mi guarda bene e mi fa: “Benvenuta… ma lei quanti anni ha?”. Ero il 1994, credo. Avevo 23 anni ma ne dimostravo sei o sette in meno, e il Giornale di Sicilia mi aveva inviato a intervistare Manlio Sgalambro. L’occasione era un convegno su Evola, e i colleghi palermitani volevano sapere cosa ne pensasse il filosofo de “La morte del sole” . Fu una bellissima intervista nella sua enorme libreria studio dal soffitto alto. Mi diedero un’intera pagina. Sgalambro mi fece i complimenti (“Però! Non ha fatto le solite domande da giornalista…!”). Poi mi chiese della mia laurea in filosofia (“per questo sono qui…”, osai dire). Prendemmo un dolce insieme nel bar sotto casa, dove lo chiamavano “professore”, lui che professore non era affatto. Mi disse che avrebbe avuto piacere se lo fossi andato a trovare qualche volta. Ci tornai solo in un’altra occasione, per un’altra intervista, poi partecipammo insieme ad un incontro pubblico. Poi nulla più. Perché a volte la vita ti fa perdere di vista gli appuntamenti veramente importanti.

PinterestShare
 Scroll to top